SOTT’ACQUA CON DANIELE BONGIOVANNI, PRESIDENTE DEL GOGGLER CLUB MILANO

L’amore per il mare ha dato vita a scuole di subacquea che insegnano a immergersi nel migliore dei modi per attrezzatura e tecnica, ma anche con la consapevolezza di un meraviglioso mondo da conoscere e tutelare.  Daniele Bongiovanni ha perfezionato il suo “andare sott’acqua” con i Goggler, il club subacqueo più vecchio d’Italia che da oltre 65 anni cresce e forma subacquei secondo i dettami della didattica FIPSAS.

 

Quando è nata la tua passione per la subacquea? Ho sempre amato il mare e 30 anni fa, quando ne ho parlato con mia moglie, lei mi ha suggerito subito il Goggler Club Milano

Avevi già idea di che cosa potesse significare per te? No, soprattutto mai avrei pensato di diventare istruttore

Qual è il ricordo più emozionante (bello o brutto)? Diversi i belli: una delle mie prime immersioni fatta con un amico romano nella grotta del Maresciallo a Gaeta, quando ho toccato con la mano tutta la pancia di uno squalo grigio in Sudan, l’immersione nel Blue Hole in Belize, la faccia dei miei allievi quando gli consegno i brevetti, soprattutto se di primo grado Due soli i brutti: quando ho dovuto accompagnare il mio compagno d’immersione in camera iperbarica causa MDD e il mio primo tuffo da apneista (da solo!!!) con attrezzatura completa: sono sceso parecchio e quando si è trattato di risalire mi sono un po’ spaventato dalla quantità d’acqua che avevo sulla testa

 

Hai mai pensato di mollare? No

Perché? È troppo divertente e rilassante, magari non quando faccio i tuffi didattici

Preferisci le immersioni naturalistiche, quelle sui relitti o le tecniche? Sicuramente naturalistiche e sui relitti; le tecniche non mi interessano

 

È importante essere insieme agli amici quando ti immergi? È consigliabile ma non indispensabile, comunque sempre in coppia 

Quali sono le sensazioni? Felicità, spensieratezza e consapevolezza che siamo in un ambiente non nostro che va rispettato e salvaguardato

 La tua attrezzatura? Acquistata e perfezionata con il passare degli anni, l’ho personalizzata in base alle mie esigenze

 L’elemento che non cambieresti mai? Il jacket a volume posteriore

Che cosa chiedi ai diversi “pezzi” dell’attrezzatura? Resistenza, facilità di manutenzione, facilità di lettura e semplicità in genere

Qual è l’aspetto imprescindibile per essere ottimale? Te la devi sentire “tua”, devi sapere dove mettere le mani in caso di emergenza e deve essere sempre efficiente e manutenuta

Come è cambiato il modo di andare in acqua? È diventato uno sport troppo “di massa” dove si brevettano persone senza passione che possono diventare dei potenziali pericoli per sé e i compagni d’immersione

L’immersione più bella? Il Donator in Costa Azzurra, l’Umbria in Sudan e la grotta dei Fantasmi a Capo Galera (Alghero)

Dove non sei ancora andato ma prima o poi…     Crociera in Arabia Saudita

Esiste ancora quell’aura da “persona speciale” verso chi pratica quest’attività? Si, decisamente si

Ti piace immergerti di notte? Tantissimo

Che sensazioni ti dà? Bellissime immersioni, sembra di essere in un altro mondo; solo un po’ di ansia se sono nei mari tropicali infatti, diversamente dal mio solito, tendo a restare in mezzo al gruppo di sub

Come cambia la Natura di notte?  Tutto diventa più lento e si vedono cose che di giorno rimangono nascoste

Esiste un periodo ideale per immergersi? No, ma molto dipende dalla località

Il posto migliore? Sudan, Indonesia e Belize

Laghi, mare, ghiaccio o caverne, quali sì, sempre e quali mai o “mai più”? Nell’ordine, mare, grotte e laghi; sotto i ghiacci non ho mai provato, ma non mi attira

Meglio la crociera subacquea o il classico hotel+immersioni? Dipende se sono con la famiglia o meno: crociera se da solo, resort se con moglie

Ringrazio Daniele per la sua testimonianza che ci ha dato molti spunti su cui torneremo nei prossimi articoli quando parleremo di un viaggio programmato con la propria famiglia o con il gruppo sub che mescoli turismo e immersioni. Le tipologie: notturna, naturalistica, tecnica o particolare come sotto il ghiaccio, nei laghi di montagna, nelle grotte.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare il servizio offerto. I cookies impiegati sono solo quelli essenziali per il funzionamento del sito e sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookies e come cancellarli leggi la direttiva europea.

Accetta i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information