L'acqua micellare ti fa bella

 

 

 

 

 

Anche se ha mai superato la maggior età (è sul mercato da più di 20 anni) l’acqua micellare sta vivendo il suo periodo d’oro

 

 

 

 

 

 

Questo grazie alla sua multifunzionalità, infatti con l’acqua micellare è possibile, con un unico prodotto, struccare, detergere e tonificare tutti i tipi di pelle. «La peculiarità di questo cosmetico – spiega Marusca Bilia, estetista ambassador make up artist Tricologica – sono le micelle. Si tratta di aggregati di molecole dalle proprietà tensioattive, capaci di inglobare al loro interno le impurità delle pelle e i residui di trucco. A differenza di ogni altro tipo di detergente, l’acqua micellare non solo mantiene inalterato il ph, ma preserva anche il MNF (mantello idrolipidico) e non altera l’equilibrio delle difese della pelle. Il tutto penetrando negli stati più profondi del derma. Oltre a detergere, l’acqua micellare ha un’azione idratante e un effetto tonificante per la pelle del viso e del collo».

Un’altra caratteristica che rende l’acqua micellare un prodotto intelligente è la sua convenienza. Ne basta solo qualche goccia su un dischetto per rimuovere lo sporco dalla pelle e, lasciandola totalmente asciutta e non ingrassata, evita l’impiego del tonico che invece è indispensabile dopo l’uso del latte detergente. Inoltre, la sua leggerezza, la rende perfetta per detergere non solo il viso e il collo ma anche zone più delicate come le labbra e il contorno occhi. «La routine di bellezza – continua Marusca – prevede l’uso dell’acqua micellare la mattina appena alzate e la sera prima di coricarsi. Infatti la sua delicatezza la rende perfetta anche quando non si deve togliere il trucco. Essendo però nata per detergere in velocità le modelle durante le sfilate o sui set fotografici, l'acqua micellare ha un notevole potere struccante anche sui cosmetici resistenti all'acqua».

Anche se non necessita di risciacquo, è meglio concludere la detersione passando sulla pelle un dischetto imbevuto di acqua termale perché, su alcuni tipi di epidermide, l'acqua micellare può lasciare una leggera patina. È bene usare l’acqua termale perché, diversamente da quella di acquedotto, non contiene il calcare che appesantisce la pelle. «Le acque micellari di ultima generazione – conclude l’esperta – sono ricche di principi che ne amplificano le peculiarità. Uno su tutti l’acido ailuronico che crea un film superficiale che ostacola la perdita di acqua transepidermica. Molto usati anche i principi attivi di origine vegetale come quelli ricavati dal cetriolo, che purifica, lenisce e idrata».

Per chi è sempre in viaggio o che vuole avere una soluzione di detersione sempre pronta in ogni momento della giornata, Kroff ha realizzato le salviettine struccanti imbevute di una soluzione micellare che deterge e tonifica la pelle del viso, occhi e labbra. La formula a base di Skin Demak-Complex rispetta il film idrolipidico della pelle rimuovendo le impurità e i residui di trucco in modo delicato.

È invece dedicata ai più giovani che soffrono di acne l’acqua micellare della linea Sebiaclear di SVR contenente Gluconolattone (con azione cheratolitica, anti-infiammatoria e attenua i segni residui dell’acne, contrasta l’ossidazione del sebo e ne normalizza l’eccesso) e Niacinamide (anti-batterico e sebo-regolatore).

Articoli correlati

Questo sito utilizza i cookies per migliorare il servizio offerto. I cookies impiegati sono solo quelli essenziali per il funzionamento del sito e sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookies e come cancellarli leggi la direttiva europea.

Accetta i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information