Sarli Couture fra androginia e architettura

Si apre con la presentazione dell’ haute couture autunno-inverno 13/14  firmata Sarli quest’edizione di AltaRoma, la settimana capitolina dedicata all’alta moda.

La collezione “Temporary architecture” vuole essere un omaggio all’architettura contemporanea da cui prende l’ispirazione, riflessa in linee dinamiche ed essenziali di creazioni che ricordano gli skyline di Sidney, Bilbao o Abu Dhabi.

A tratti quasi androgina (ma non per questo poco femminile), la donna Sarli veste capi caratterizzati da asimmetrie eleganti, declinate negli abiti monospalla impreziositi da pieghe, coni e costruzioni geometriche tubolari rigorosamente hand made, trasposizione sartoriale di noti capolavori architettonici contemporanei.

Coerenti con questo tema, i colori sono spesso metallici, dal grigio acciaio al nero passando per tonalità lucenti di blu e carta da zucchero. Il “bianco Sarli” denota invece creazioni più classiche, che richiamano quegli abiti, emblematici esempi di collezioni passate di questa storica maison Romana, esposti in uno spazio adiacente la sfilata.

Giochi di trasparenze, ricami e perline nere per gli abiti da sera luminescenti e sensuali, mentre  corpetti scintillanti come armature e impreziositi con ventagli e costruzioni aeree mettono in risalto la femminilità di spalle e decolté. Strutture intrecciate e ventagli che ritroviamo anche nella Sposa finale, racchiusa in una trama “a nido d’uccello” in organza e Swarovski.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare il servizio offerto. I cookies impiegati sono solo quelli essenziali per il funzionamento del sito e sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookies e come cancellarli leggi la direttiva europea.

Accetta i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information