Polo e belle Epoque per Nino Lettieri

Location inusuale quella scelta da Nino Lettieri per presentare la sua collezione di alta moda femminile autunno-inverno 2013-2014.

La sfilata è stata, infatti, uno dei tanti eventi all’interno di “X Polo Fashion Day”, organizzato al Centro Ippico dei Lancieri di Montebello con il patrocinio di AltaRoma e l’appoggio dell’Ambasciata del Brasile. Fra la sfilata haute couture di Nino Lettieri; l’incontro di Polo che ha visto sfidarsi (per soli venti minuti date le avverse condizioni meteo) la squadra di Salvatore Ferragamo e l’Equitatus Polo team, e i vari stand enogastronomici non sono mancati gli ospiti d’eccezione.

Spiccano il talentuoso chef Simone Loi, l’artista nonché frate francescano Brasiliano trapiantato in Italia Sidival Fila e la candidata a Miss Mondo Agnes Gerry. Quest’ultima è stata anche la testimonial scelta per presentare, alla fine della sfilata, la creazione ideata da Nino Lettieri per l’occasione: una giacca dall’eleganza inconfondibile dedicata alle donne amanti del gioco del Polo.

Hanno un’anima retrò che ci riporta indietro alla belle époque le dieci proposte di Alta Moda presentate da Nino Lettieri. Il taglio è decisamente anni ‘30, lo stile è ispirata al maestro del Novecento Paul Poiret mentre l’eleganza di dettagli e acconciature richiama l’arte fotografica di Helmut Newton. Pantaloni ampi e doppiopetto dal taglio maschile caratterizzano il primo tailleur in mikado rosso fuoco, mentre la gonna al ginocchio e la giacca con tasche smanicata in cachemire spigato grigio definiscono il secondo. Entrambi si presentano stretti in vita da cinture sottili e abbinati a guanti e collier di perle. Linee ampie e grandi volumi anche per i soprabiti in astrakan e alpaca con dettagli lucenti, abbinati a pantaloni dal taglio altrettanto morbido. Gli abiti impalpabili, declinati in seta, chiffon, organza, hanno un’aria decisamente déco, con drappeggi a fazzoletto che scendono morbidi da girocolli alti, decorati con piume nere nel caso del vestito rosso cangiante o dalla linea essenziale nel caso  del top a trapezio in pizzo nero. La candida sposa chiude la passerella sfilando un abito con un profondissimo scollo a V, impreziosito da rose in velluto dévoré e piume di struzzo ricamate su georgette.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare il servizio offerto. I cookies impiegati sono solo quelli essenziali per il funzionamento del sito e sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookies e come cancellarli leggi la direttiva europea.

Accetta i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information