Sunday, monday: happy days

Sunday, monday: happy days. Ecco la colonna sonora dell’estate 2014 per i bimbi. Sulle passerelle e negli stand di Pitti Bimbo sono tornati prepotenti i mitici anni’50. Così ecco spuntare emuli di Fonzie con grintosi giubbini di pelle che per i più aggressivi scelgono il nero mentre le signorine li preferiscono declinati in colori soft. E poi jeans, rigorosamente skinny da portare arrotolati alla caviglia o in versioni hot pant sfilacciati. Da sfoggiare nei momenti più eleganti per lei ci sono gli immancabili abitini baloon, alcuni con sottogonna d’ordinanza in tulle, per lui giacchettine smilze da abbinare a pantaloni a sigaretta

Emula di Sandy-Olivia Newton John la bambina di Ermanno Scervino Junior sceglie un grintosissimo chiodo nero da cui spunta una vezzosa fodera a quadrettini Vicky optical che lo rendono perfetto per essere abbinato alla gonnellona con la stessa fantasia che diventa romantica grazie all’applicazione di un candido pizzo.

Vicino a lei il teddy boy di Roberto Cavalli Junior che sceglie il chiodo di pelle nera a cui abbina jeans delavé e T-shirt bianca con stampe aggressive.

Si ispira invece a Magnum P.I., detective caratterizzato dalle sue sgargianti camicie, il look del piccolo di Roy Roger’s che abbina T-shirt con fantasie hawaiane a jeans consumato dalle corse nei prati.

In contrapposizione ai ribelli ci sono gli junior educati e raffinati. In particolare le Dolls di Laura Biagiotti si agghindano con abitini dal corpetto aderente da cui si allargano gonne baloon gonfiate da sottogonne in tulle.

Tutto tulle per la bambina di Miss Grant che, a sottolineare la sua aristocrazia, scende in passerella con i guantini dello stesso colore dell’abito.

Sceglie invece la forma a ruota la gonna dell’abito decorato con macro-pois di Quis Quis.

Per essere impeccabile lui sceglie dal guardaroba MiMiSol le giacche monopetto in lino trattato al silicone da cui spunta la camicia in leggerissimo cotone e i pantaloni dal taglio sartoriale. A completare il look, oltre alla cravatta in maglia, la paglietta per proteggere gli occhi.

Sulla spiaggia immancabili per lei le coulotte o, per le più pudiche, il costume intero di La Perla arricchito da un gonnellino a voulant.

E c’è chi ha calcato la mano, allestendo perfino la passerella con sagome di macchine d’epoca a ricreare un immaginario drive in. Dalle Cadillac le bambine di Miss Blumarine hanno ascoltato la voce incredibile di Zoe Nochi, cantante, ballerina e attrice di soli 12 anni che ha tenuto la sua performance in apertura di sfilata.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare il servizio offerto. I cookies impiegati sono solo quelli essenziali per il funzionamento del sito e sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookies e come cancellarli leggi la direttiva europea.

Accetta i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information