Tutti pazzi per i glitter

Una pioggia di glitter ricoprirà il mondo. Sembra un’iperbole ma non è affatto così. Una vera e propria onda di microparticelle colorate e luccicanti sta invadendo capelli, barbe e ogni piccolo spazio della superficie del corpo di donne e di uomini. Non si tratta certo di una moda legata al Natale e, purtroppo, non finirà con le festività.

 

Le Glitter Roots (radici glitterate) sono l’enfatizzazione della ricrescita. Se fino a qualche settimana fa, alla prima comparsa della riga scura si correva dal parrucchiere per fare il ritocco alla tinta, oggi avviene il contrario. Le donne di ogni età aspettano con ansia che le chiome ricrescano per ricoprire la zona di mille glitter. Grazie a questo accorgimento, oltre ad allungare i tempi fra una seduta di tintura e l’altra, si dona alla chioma una lucentezza molto particolare. La tecnica di preparazione prevede la miscelazione dei glitter (si trovano in tutte le cartolerie o nei colorifici) con la cera per capelli. Il composto dovrà avere una consistenza cremosa così da poter essere applicato facilmente con un pennello. Il composto inoltre, consente di muovere la testa senza che i brillantini si spostino e cadano sul viso e sui vestiti. Le Glitter Roots vanno bene con qualsiasi tipo di acconciatura. Se i capelli sono sciolti basterà creare una scriminatura centrale o laterale, importante che sia precisa, e applicarvi il composto. Se invece si preferiscono i capelli raccolti allora il trend del momento è la creazione di due chignon laterali così che la scriminatura glitterata vada dalla fronte alla nuca. Per chi poi vuole la coda di cavallo, allora deve farla alta e applicare la cera con i brillantini dalla fronte fino all’attaccatura della coda.

Se glitterare la ricrescita non vi sembra abbastanza, passate alle ascelle. #GlitterPits è la nuova tendenza, lanciata su Instagram, che vede i brillantini decorare i peli delle ascelle. Già quest’estate la Rete aveva lanciato la campagna #FreeYourPits contro la depilazione delle ascelle e adesso arriva l’estrema valorizzazione di una zona che da sempre è stata oggetto di depilazioni estreme. Quindi: in alto le braccia e mostrate le vostre ascelle irsute e glitterate!

Esiste anche la versione maschile del pelo glitterato. Arriva infatti dagli Stati Uniti la Glitter Beard. Lanciata in rete da una coppia di amici di Portland, Brian Delaurenti e Jonathan Dahl, che hanno adornato le loro curatissime barbe con i brillantini, hanno scattato un selfie e lo hanno postato su Instagram. Oggi i social sono pieni di foto di maschi di ogni genere ed età con la barba glitterata di ogni colore. La nuova frontiera maschile è la glitteralizzazione delle sopracciglia, rigorosamente in coordinato con la barba. Per ottenere una Glitter Beard perfetta basta collegarsi a Youtube e seguire i tutorial. Se poi si vuole enfatizzare l’effetto “Natale” si possono attaccare alla barba delle piccole palline o micro-campanelline, trasformando il viso in un albero addobbato. Tutti i giorni, invece, l’effetto deve essere più sobrio. Così è bene usare meno glitter e abbinarne il colore agli abiti anche se le tinte più gettonate sono blu, oro, argento e fucsia anche mixate fra loro. Per prendere spunto basta collegarsi a Instagram e ricercare #glitterbeard.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare il servizio offerto. I cookies impiegati sono solo quelli essenziali per il funzionamento del sito e sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookies e come cancellarli leggi la direttiva europea.

Accetta i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information