Nibali festeggia con i Maestri del Gusto

Tappa finale dal capoluogo della Granda una picchiata verso Torino sotto la pioggia che ha accompagnato il gruppo per tutto il giorno. Il finale è stato insidioso con questo clima autunnale che oggi ha colpito Torino. Vincenzo  Nibali ha raccolto l'ovazione del pubblico degli ombrelli, tanti e colorati che attendono il passaggio per alzare il cappello a un campione che in una settimana è passato dalle stalle alle stelle mettendo dietro non solo un grande atleta ma anche i medici che lo davano per perso. Nibali ha vinto ogni avversità e ha meritato alla grande di salire sul podio, peccato per Steven Krujswijk l'olandese giovane e determinato che avrà tempo e modo per fare vedere la sua stoffa negli anni a venire. Ripartono da Cuneo in 157, in rappresentanza di 22 squadre, onore e gloria per tutti, ancora una volta il Giro, creatura di Rcs, ha saputo andare oltre lo sport, è un evento che verso l'edizione 100 ha contribuito cambiare il costume e la società del Paese dal mare alle montagne, rendendo meno soli anche quei luoghi di montagna sempre meno popolati. A Torino l'accoglienza finale del quartiere tappa non è proprio vicina all'arrivo, è allestita nei locali di “Torino Incontra” della Camera di Commercio.

 

L'accoglienza culinaria oggi e stata affidata ai Maestri del Gusto. Diciotto tra produttori, artigiani, aziende agricole, birrifici, cantine della provincia dal Canavese al Pinerolese, ai cioccolatieri, una proposta completa di cui vogliamo segnalarvi alcune delle eccellenza che abbiamo assaggiato. Il consorzio del Peperone di Carmagnola presidio Slow Food qui rappresentato dalla famiglia Chicco un prodotto da tutelare, tra le loro produzioni il peperone corno di bue. Notevoli perché rari da  trovare in giro i formaggi di capra a latte crudo, prodotti da Roberto e Morena Adda dell'azienda agricola La Cascinassa, da provare anche la loro “agripasticceria”. Un altro prodotto tradizionale  sono stati i biscotti di pasta di Meliga, prodotti da Claudio Maritano de Il Forno del borgo di Avigliana, ottimi anche i tipi di pane cotti nel forno a legna con materia prime derivanti da agricoltura biologica. Ultimo ma non ultimo Michele Gadaleta macelleria di Torino (piazza Dante Livio Bianco 2) che presenta dalla carne cruda al manzo affumicato una selezione di carne di razza Fassone piemontese tutti gli altri Maestri del Gusto potrete trovare ogni informazione sul sito www.maestridelgustotorino.com

Questo sito utilizza i cookies per migliorare il servizio offerto. I cookies impiegati sono solo quelli essenziali per il funzionamento del sito e sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookies e come cancellarli leggi la direttiva europea.

Accetta i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information