A Torino fine settimana fra Giro d'Italia e Festival del Gelato

Fine settimana ricco di appuntamenti quello di Torino e del Piemonte. Non solo quattro giorni intensi di Giro d'Italia di Ciclismo, con l'arrivo a Pinerolo. Questa cittadina ha scritto ancora una volta una bella pagina nella storia della corsa e questa tappa è un grande investimento per l'immagine e il rilancio del Pinerolese e delle montagne che confinano con la provincia di Cuneo e la vicina Francia.

Questa non è solo sede di arrivo della diciottesima tappa Muggiò - Pinerolo ma anche quella di partenza della tappa Pinerolo - Risoul in Francia il giorno seguente, con il passaggio al Colle dell' Agnello a quota 2744 dove è situata la Cima Coppi uno dei traguardi più ambiti da tutti gli scalatori del gruppo. Nel terzo giorno in Piemonte si riparte in territorio francese da Guillestre per Sant'Anna di Vinadio, ultima occasione per stravolgere il Giro e confermare le posizioni sul podio, perché la passerella di domenica, da Cuneo a Torino, è solo una formalità, un occasione per salutare i tanti luoghi di transito nella provincia Granda. A Torino non solo l' onore di accogliere la grande carovana del Giro ma quella di consacrare il vincitore e passare alla storia come sede d'arrivo dell' edizione numero 99, quella con vista sulla numero 100, una data che tanti attendono con trepidazione, un compleanno per la Rosea, per l'organizzazione di Rcs, per l'intero movimento dello sport italiano.

 

Nel weekend in città ci sono molti gli eventi collaterali che fanno da contorno al Giro. In Piazza Solferino continua fino a domenica Gelato Festival tappa torinese di un tour che è partito il 21 aprile da Firenze dove tornerà il 4 settembre, dopo aver toccato nove città italiane e straniere. Sono nove i maestri gelatieri in gara a Torino, ognuno di  loro produce all' interno del laboratorio viaggiante allestito in Piazza un gusto esclusivo, a designare il vincitore di ogni tappa sarà il voto del pubblico che nei quattro giorni di evento potrà esprimere il suo gradimento attraverso una Gelato Card che acquista in piazza, sommato al voto di una giuria di esperti composta maestri gelatieri, blogger, giornalisti, fotografi. Sono molti gli eventi che ogni ora si alternano sul palco, delle vere e proprie lavorazioni, delle ricette preparate in diretta dai gelatieri in concorso narrati e presentati dalla giornalista toscana Annamaria Tossani. Gusti e leccornie per tutti i palati dal Cioccolato Belga della Gelateria Miretti di Corso Matteotti a poche centinaia di metri dalla piazza, alla stracciatella al Pistacchio della Manifattura Mondello Gelati di Piazza Emanuele Filberto nel quadrilatero Romano, il gusto Profumo d'estate (crema chantilly con meringa al cacao e variegatura di lampone e frutti di bosco) della Gelateria Dok una recente realtà della famiglia Dell'Agnese, pasticceria in Corso Unione Sovietica. Si prosegue con fondente mandorlato all'arancia della consolidata e affidabile Gelateria Favaro di Chieri, “Gaute da suta” che tradotto dal piemontese vuol dire “togliti da sotto” e un gelato allo zenzero con cannella e variegatura al lampone proposto da Francesca Marrari Gelateria Golosia di Orbassano. Difficile ma non per questo meno interessante il gusto al pinolo con limone e basilico del ligure Guido Cortese di Pietra Ligure, molto dolce e delicato il gusto menta e fondente al latte di prima mungitura della Gelateria Agrisapori di Pralormo, molto buono il Zabaione al marsala con pasta di meliga preparato da Nicolo Arietti gelatiere di Borgata Parella. Poco conosciuto al grande pubblico, per il suo carattere riservato e poco incline raccontarsi, ma che rappresenta una certezza nel panorama torinese da diversi anni, uno dei favoriti a mio giudizio per la vittoria finale, lo meriterebbe perché il gusto e complicato, i sapori, la bocca che lascia dopo l' assaggio sono notevoli. A insidiare Aietti ci pensa il gelato al Bacio di Dama di Cristian Ciacci, un nome una garanzia a Torino, figlio di ristoratori famosi che hanno scritto una pagina della cucina torinese, ancora oggi la mamma Rita è interprete di una ristorazione in strada Mongreno che trasmette tranquillità. Cristian  figlio d'arte ama il suo lavoro come pochi, puoi passare ore con lui parlare di gelato e lavorazioni, merita la visita il suo punto in Corso Belgio 176. Calendario appuntamenti e incontri sul sito www.gelatofestival.it

Questo sito utilizza i cookies per migliorare il servizio offerto. I cookies impiegati sono solo quelli essenziali per il funzionamento del sito e sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookies e come cancellarli leggi la direttiva europea.

Accetta i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information