Stasera concerto inaugurale per il 29esimo Salone del Libro di Torino

Stasera, alle 20.45 all’Auditorium Rai Arturo Toscanini di Torino, ci sarà il concerto d’apertura del 29esimo Salone Internazionale del Libro. Sul palco l’Orchestra Sinfonica Nazionale Rai diretta dal nuovo direttore principale, l’americano James Conlon. In programma la Sinfonia Incompiuta di Franz Schubert e la Suite dall’opera Una Lady Macbeth di Mzensk di Dmitrij Shostakovich. In omaggio al quarto centenario della morte di William Shakespeare, l’attore Massimo Popolizio interpreterà brani shakespeariani (Riccardo III, Amleto, La Tempesta) scelti da Ernesto Ferrero e dall’anglista Paolo Bertinetti.

Il titolo del Salone 2016 è Visioni. E il suo filo conduttore vuole dare spazio alle esperienze di chi ha la capacità di guardare lontano, di darsi e vincere sfide che sembrano impossibili, di lavorare per il futuro attuando progetti forti, basati su una conoscenza vera, ma anche sul patrimonio letterario, artistico e filosofico che costituisce la nostra identità culturale, e dunque nell’indispensabile saldatura tra cultura scientifica e cultura umanistica. Da Roberto Cingolani a Marino Golinelli, da Michel Serres a Stefano BoeriAl centro dell’edizione 2016 saranno dunque i visionari che, nei rispettivi rami di attività, si sono distinti per la lungimiranza del progetto, le capacità d’innovazione, l’originalità dei metodi operativi, ma anche la sapienza divulgativa e comunicativa.

Fino a lunedì 16 nei padiglioni 1, 2, 3 e 5 di Lingotto Fiere saranno presenti oltre mille editori dai grandi gruppi alle piccole raltà. Ritorna Donzelli e Amazon che debutta il suo nuovo marchio di editoria cartacea APub mentre è presente per la prima volta l’Istituto Luce. Settanta i nuovi espositori che debuttano al Salone. Fra loro La Conchiglia di Capri, raffinato libraio-editore di scuola napoletana, estremamente curato nella scelta cartaria e tipografica e molto attivo sul fronte degli incontri fra le culture del Mediterraneo. E i 24 editori indipendenti (tutti italiani e con meno di 2 anni di vita) dell’Incubatore, che festeggia 10 anni.

I convegni e dibattiti in programma sono oltre mille, cui andranno ad aggiungersi quelli del Salone Off. Trentasette le Sale Convegni e Laboratori, compresa le nuove Sala Romania e Sala Babel. Oltre 500 gli operatori internazionali accreditati all’International Book Forum, di cui più di 250 stranieri provenienti da 41 Paesi. Fra gli editori rappresentati all’Ibf, i francesi Flammarion, Gallimard e Xo; i tedeschi Piper, Suhrkamp, Kunstmann, Hanser e Alexander; gli spagnoli Anagrama, Narcea e Sexto Piso. I Paesi presenti al Salone con un proprio stand sono Albania Azerbaijan e Romania, che ha realizzato e dato il suo nome a una sala convegni dotata di 50 posti e che, accanto alla propria programmazione, ospita numerosi incontri di Officina ideati per valorizzare il ruolo dei piccoli editori. Le Istituzioni nazionali italiane sono rappresentate da Presidenza del Consiglio dei Ministri, Miur - Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Ministero della Difesa, Cnr – Centro Nazionale delle Ricerche. Dopo Calabria, Veneto e Lazio, la regione ospite d’onore nel 2016 è la Puglia. Le altre Regioni Italiane presenti con un proprio spazio sono Basilicata, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Piemonte, Sardegna, Toscana e Valle d’Aosta. Quest’anno debuttano al Salone 10 nuove startup selezionate attraverso la call internazionale lanciata dal Salone per i migliori progetti di editoria digitale. A Casa Cookbook sono presenti 25 espositori. Tra le novità: Cucchiaio d'Argento, FunnyVegan, CEF publishing, Luca Maroni - Sens e Moka Libri. Torna Phaidon Press, brand internazionale con sedi a Londra, Parigi, Barcellona, Milano, Tokyo  e New York. Nello spazio Collettiva ci sono 12 editori per ragazzi: Biblioteca dei Leoni, Eli – La Spiga edizioni, Grappolo di Libri Editore, Erba Moly, Italy for Kids, Kite edizioni, Lo editions-Officina Libraria, Sestante edizioni, Teke Arcobaleno, Uovonero, Edizioni Curci, Carthusian. Fra le novità più rilevanti, il biglietto ridotto che da 9 euro scende a 8 (invariato a 10 euro l’intero), e l’introduzione del nuovo biglietto ridotto preserale a soli 5 euro, valido dopo le ore 18 e per il quale è stata ideata una nuova striscia di eventi e concerti serali con grandi nomi della musica italiana.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare il servizio offerto. I cookies impiegati sono solo quelli essenziali per il funzionamento del sito e sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookies e come cancellarli leggi la direttiva europea.

Accetta i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information