MASSIMO PAVANELLO

Classe 1963 segno zodiacale gemelli, torinese e, ci tengo dirlo, uno di quei ragazzi di Via Omegna, una parte della vita dedicata allo sport e alla moda sportiva, un’agenzia fashion sport che ha fatto la storia dagli anni ‘80 al 2000.

Poi come le torri gemelle la vita cambia, una trasformazione, il calcio che diventa una professione come manager anche se sono sempre in cerca di un lavoro, di una professione che mi gratifichi. Così, la Cucina e i Vini molto più che due passioni si sono trasformate in competenze per fare impresa. Tanta voglia di sapere, di migliorarsi, di conoscere il mondo, alzo sempre tanto l' asticella della mia vita, voglio essere innovativo, versatile, dinamico in grado di cavalcare il mondo che cambia prima che lui cambi me. Lo riconosco essere visionario e un limite, perché molte volte si arriva prima ma non si e capiti lo sforzo e nullo. Uno stile tutto mio di fare pubbliche relazioni. Ho anticipato il tempo per molte cose, nel calcio mercato gli sms per fare le trattative, lo studio del marketing attraverso la rete, il buddismo attraverso i libri del presidente Daisaku Ikeda, mi ha insegnato vivere giorno per giorno, gli devo tanto, il giornalismo una passione coltivata all'ombra di un vicino di casa che porta di nome Giampaolo di cognome Ormezzano quando ero bambino era direttore Tuttosport. Oggi lui è un’acuta penna che mi onoro di conoscere ed essere compagno di trattoria, una fonte di aneddoti e storie incredibili, una memoria storica da ascoltare e mettere in cascina, come il fieno per i contadini.

Nonostante i miei 50 anni superati molte volte mi alzo e mi sento ancora un Peter Pan nella testa e nelle gambe, che considero un dono grande per esercitare un altra mia grande passione la Marcia. Sono stato in gioventù un discreto marciatore per prestazioni, eccellente per lo stile, quando marcio penso e sono sereno, molti miei report preferisco chiamarli cosi li studio mentre mi alleno, mentre cammino.

La cosa più importante sono loro i miei due figli  Elisa futura designer e donna del mondo, ama viaggiare, ama l'Oriente, mi assomiglia dicono. Stefano una garanzia e tutto la mamma, onesto, sincero, un carattere a cui non puoi non volere bene. E poi lei Milena mia moglie, una forza della natura, un carattere e una dolcezza con tutti che gli invidio. Ops dimenticavo la mia micina Eva un talismano, un vero antidoto nei momenti difficili, a volte gli animali sono meglio che le persone.

Io scrivo perché mi piace, se leggete e non vi piace qualcosa scrivetemi, suggerimenti, consigli sono molto ben accetti nella vita c'è sempre da imparare.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare il servizio offerto. I cookies impiegati sono solo quelli essenziali per il funzionamento del sito e sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookies e come cancellarli leggi la direttiva europea.

Accetta i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information